Stasera, negli spogliatoi, ho realizzato che la maggioranza di noi maschietti prima di addormentarsi ripensa alle partite.
Tutte le sere, tutte le partite.
Anche quelle del passato, o quelle immaginarie. Si potrebbe scrivere un libro sulla diversa percezione del rito tra l’attaccante, il centrocampista e il portiere.
Tra chi sfonda, chi smista e chi respinge; tra l’impeto, il tocco e il volo.
Tra l’estroflesso, il diaframma e l’introflesso.
Ora, però,devo andarmi a mettere l’acqua ossigenata.

Autore:  Lorenzo Calca (Elle®ci)

https://i0.wp.com/www.portierinatipervolare.com/wp/wp-content/uploads/2015/11/andrea.jpg?fit=960%2C636&ssl=1https://i0.wp.com/www.portierinatipervolare.com/wp/wp-content/uploads/2015/11/andrea.jpg?resize=150%2C150&ssl=1administratorArticoliportiere
Stasera, negli spogliatoi, ho realizzato che la maggioranza di noi maschietti prima di addormentarsi ripensa alle partite. Tutte le sere, tutte le partite. Anche quelle del passato, o quelle immaginarie. Si potrebbe scrivere un libro sulla diversa percezione del rito tra l'attaccante, il centrocampista e il portiere. Tra chi sfonda, chi smista...